venerdì 13 gennaio 2017

Cozzo Olivo di Gela, la "pietra forata" al vaglio degli esperti: non è un 'calendario' artificiale (seconda parte - relazione geologica)!

Come anticipato nel post precedente, di seguito pubblichiamo una valutazione geologico/geomorfologica preliminare dell’area denominata Cozzo Olivo (Gela, CL); la relazione è stata curata dal Dott. Davide Gori, dottore in Geologia e vice-presidente dell'Istituto di Archeoastronomia Siciliana. I dati utilizzati per l'analisi preliminare sono stati: 
  • la Carta Geologica d’Italia (foglio 272, Gela - scala 1:100.000); 
  • le note geologiche desunte dall’attività di rilevamento geologico sul campo eseguito dal geologo gelese Dr. Bartolomeo Leto in aree limitrofe al sito di Cozzo Olivo;
  • le foto scattate sul sito in esame durante il sopralluogo del 5 gennaio 2017 od altro materiale fotografico presente sul web; 
Di seguito verranno analizzati i vari aspetti geologico/geomorfologici del sito in oggetto; non verrà preso in considerazione il contesto “tettonico” (per esempio i sovrascorrimenti) che in questa fase si ritiene ininfluente per una prima comprensione del sito. Infine verranno elencate una serie di ipotesi corredate da un elenco di attività utili a definire l’ipotesi scientificamente più plausibile.


Figura 1. Immagine satellitare modificata da Google Earth.

Figura 2. Immagine estratta e modificata dalla Carta Geologica d’Italia (foglio 272, Gela -  scala 1:100.000).



domenica 8 gennaio 2017

Cozzo Olivo di Gela, la "pietra forata" al vaglio degli esperti: non è un 'calendario' artificiale (prima parte - relazione sugli orientamenti)!

Su invito del direttore regionale del Gruppo Archeologico d'Italia (GAI), giovedì 5 gennaio 2017 il presidente dell'Istituto di Archeoastronomia Sicilia, l'astrofisico Dott. Andrea Orlando, si è recato a Gela (CL) per svolgere il primo sopralluogo al sito di Cozzo Olivo, contrada che si trova a pochi chilometri dal centro cittadino.

Questa contrada è formata da una serie di collinette alla cui sommità insistono delle creste rocciose le cui caratteristiche geologiche verranno pubblicate a breve nel successivo post. La geologia in questa fase preliminare fornisce un contributo fondamentale per il proseguimento o meno dell'indagine archeoastronomica. Da un'analisi satellitare dell'area (figura 1) si nota immediatamente come tale sistema di creste rocciose segua una linea che possiede in maniera naturale un orientamento circa Nord/Est-Sud/Ovest (azimut in direzione Sud/Ovest di circa 210°).


Figura 1. Immagine satellitare delle creste rocciose di Cozzo Olivo. La linea colorata indica la direzione che seguono queste creste; il punto rosso indica la posizione della 'pietra forata', mentre la lettera A indica l'azimut calcolato utilizzando il tool di Google Earth.

sabato 24 dicembre 2016

Nuova scoperta sul Monte Croccia (Basilicata) per il Solstizio d'Inverno 2016!

Grande successo per il solstizio d'inverno 2016 in Basilicata che ha visto protagonista anche la Sicilia con una delegazione dell'Istituto di Archeoastronomia Siciliana.
Tutto è iniziato il 20 dicembre a Matera, dove nella splendida 'Chiesa degli Artisti' dell'ex Ospedale San Rocco si è parlato di archeoastronomia nel Sud-Italia, mentre il mercoledì 21 dicembre, per il solstizio sul Monte Croccia (Oliveto Lucano), si è assistito alla ierofania del Sole che "filtra" dalle Petre de la Mola.

Ma non è tutto, sul punto più alto dell'acropoli del sito archeologico, a ridosso della mura osco-sannite, durante un'esplorazione condotta da Andrea Orlando, Alessandra Alberici e Alberto Scuderi, è stato scoperto un nuovo punto di osservazione, questa volta direttamente connesso al tramonto del Sole all'orizzonte. 



martedì 13 dicembre 2016

L'Archeoastronomia a Matera per il solstizio d'inverno 2016!

Si svolgerà i prossimi 20 e 21 dicembre 2016 la manifestazione "Solstizio d'Inverno 2016", organizzata dal Comune e dalla Pro Loco di Oliveto Lucano (MT) e dal Gruppo Archeologico Lucano. Una due giorni ricca di eventi fra cui il convegno "Il megalite di Petra de la Mola e l'archeoastronomia nell'Italia meridionale", che si svolgerà a Matera nella suggestiva location dell'ex-Ospedale di San Rocco. Tra gli interventi sarà protagonista anche l'archeoastronomia in Sicilia.






































martedì 29 novembre 2016

Simenza a Novara di Sicilia: i grani antichi e l'astronomia culturale!

I prossimi 10 ed 11 dicembre 2016, nel borgo medievale di Novara di Sicilia, si svolgerà l'incontro annuale di Simenza, 'Compagnia Siciliana di Sementi Contadine'. Un evento attesissimo, dal nome 'Le jurnate di Simenza', che racconterà attraverso convegni, visite guidate, escursioni e laboratori, come custodire la biodiversità tra memoria e innovazione sostenibile.

lunedì 28 novembre 2016

L'edizione 2016 di "Arte è Scienza" al Monastero dei Benedettini di Catania!

L'edizione 2016 di "Arte è Scienza" quest'anno si svolgerà a Catania all'interno del Monastero dei Benedettini, oggi sede del DISUM - Dipartimento di Scienze Umanistiche dell'Università degli Studi di Catania. La manifestazione nazionale si svolerà nei giorni 2, 3 e 4 dicembre 2016. Anche per l'edizione 2016 la manifestazione ha ricevuto il Patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.

venerdì 28 ottobre 2016

L'archeoastronomia nei siti archeologici di Thapsos e Balze Soprane al Politecnico di Milano!

Si svolgerà nei prossimi 3 e 4 novembre 2016, al Politecnico di Milano, il congresso annuale della Società Italiana di Archeoastronomia. Anche l'Istituto di Archeoastronomia Siciliana parteciperà al convegno nazionale presentendo quest'anno due interessanti studi in corso sulle necropoli a pozzetto del sito archeologico di Thapsos, nel siracusano, e sulla cosiddetta 'spirale megalitica' di Balze Soprane di Bronte, nel versante nord-occidentale dell'Etna.